I nostri valori

Il nostro DNA

Integrità, Trasparenza, Onestà, Correttezza, Rispetto

Il rispetto reciproco è la base di un vivere comune dignitoso. Nascondimento, disonestà egoismo sono incompatibili con gli obiettivi di crescita e sviluppo che ci siamo preposti. Scegliere la trasparenza e l’onestà può sembrare difficile, se non addirittura utopico nella politica odierna. Ma è l’unico modo per costruire un’eredità degna delle generazioni che verranno.

Dialogo, Confronto e Condivisione

Il dialogo inteso come “l’arte del pensare insieme” con la quale gli interlocutori raggiungono una comprensione profonda e ricercano un significato comune alle rispettive opinioni. L’esperienza del singolo è una goccia nel mare, ma è unica. Conoscere e conoscersi può mettere in comunicazione saperi diversi. Può creare un gruppo di persone in grado di coprire tanti ambiti di competenza permettendone, inoltre, la condivisione con la collettività. Attraverso il dialogo ed il confronto con tutte le istituzioni interessate da un singolo argomento sarà possibile individuare un percorso di crescita della collettività, attraverso l’esperienza già maturata dalle singole parti del dibattito.

Partecipazione Attiva

Partecipazione attiva alle iniziative di carattere sociale, culturale e ambientale nel cuneese e nei dintorni, a titolo sia di crescita personale sia nell’ottica della costruzione di una visione più ampia del circondario, valutando anche un risvolto economico (turistico, industriale, artigianale, valorizzazione del patrimonio, riscoperta delle tradizioni). Attraverso un dialogo costante ed una visione politica più “aperta” alle richieste della popolazione sarà possibile ridurre la distanza tra amministrazione e società civile. Fornire strumenti di ascolto efficaci e di raccolta delle opinioni collettive migliori farà sentire i singoli cittadini più valorizzati stimolando di conseguenza una maggior partecipazione alla vita sociale del comune.

Azione di gruppo

Il lavoro di gruppo si pone l’obiettivo di migliorare la possibilità dei suoi membri di perseguire gli obiettivi che il team stesso si è dato. Il lavoro associazionistico non può essere affrontato utilizzando esclusivamente competenze individualistiche o competenze competitive. C’è bisogno di persone in grado di creare una interdipendenza positiva all’interno dei gruppi in cui lavorano. Perché solo una situazione di interdipendenza positiva favorisce la soluzione di quei problemi complessi che, oggi si devono affrontare.

Solidarietà e attenzione verso il prossimo

Mostrare solidarietà verso gli altri vuol dire partecipare ai problemi di chi fa parte della nostra comunità. In senso più ampio, significa sentire un legame affettivo che ci unisce ai nostri simili. Concretizzare un dialogo costante, valorizzare le singole opinioni che emergono nei dibattiti, costruire una scala di valori a cui attenersi con forza ci darà la possibilità di rigenerare l’amministrazione rendendola più legata ai valori della solidarietà e del buon vivere comune. L’empatia, la solidarietà e il mettersi al servizio della società diventerebbero così non un nuovo impegno di cui farsi carico ma l’essenza stessa del nostro modo di porci verso la collettività.

Concretezza

Bisogna saper agire con azioni concrete e reali che mirino allo sviluppo e al benessere del territorio. Essere concreti è una scelta coraggiosa che comporta anche il rischio di fare degli errori. Ma per poter crescere insieme, bisogna saper agire con coscienza e praticità, con l’obiettivo di costruire un futuro più virtuoso. Per questo motivo, l’azione concreta che vogliamo, deve essere quella capacità dinamica di tenere insieme diverse dimensioni della vita personale e sociale. Quella materiale e quella simbolica, quella individuale e quella collettiva, quella della realizzazione e quella del sogno, quella della strumentalità e quella del senso.

L’Associazione di conseguenza, propone:

La centralità della persona

Il principio della centralità della persona costituisce uno dei cardini dell’ordinamento costituzionale italiano ed europeo. Una società che voglia definirsi civile deve fondarsi sull’obbligo morale di rispettare ogni essere umano in quanto persona. Criterio di valutazione del grado di civiltà di quella società che sarà tanto più civile quanto maggiore sarà l’aspetto di ogni singolo individuo, della persona umana. Per costituire una società migliore occorre potenziare questo messaggio di rispetto reciproco e Rigenerazione persegue questo obiettivo.

Libertà, Uguaglianza e Giustizia Sociale

Essere liberi di avere le proprie idee non significa poter fare qualsiasi cosa: significa che la propria libertà finisce dove inizia quella degli altri. Questa lettura del concetto di libertà diventa un cardine di uguaglianza e giustizia. Un principio che vogliamo utilizzare come traino di riforme in grado di migliorare le condizioni dei deboli e dei dimenticati.

L’Etica Sociale

L’importanza di questo principio deriva dal fatto che è sia un insieme di norme e di valori che regolano il comportamento dell’uomo in relazione agli altri, sia un criterio che permette all’uomo di giudicare i comportamenti, propri e altrui, attraverso scelte capaci di privilegiare il bene comune, la solidarietà e la persona, coniugando la valorizzazione delle capacità individuali con l’incentivazione e le esigenze della collettività.

Occorre svolgere opere di “abbattimento delle cause”. Occorre farlo in tutti quei contesti in cui si generano forme e situazioni di ignoranza, intolleranza, violenza, censura, ingiustizia, discriminazione, razzismo, emarginazione e solitudine forzata. Proprio a partire da questo, vogliamo proporre azioni di sensibilizzazione affinché l’operato dei nostri associati sia un esempio indiscutibile di moralità e onestà e dia la concreta testimonianza dei principi condivisi, applicandoli nella loro azione quotidiana.

La Tutela e la Valorizzazione dei Principi Europei

I valori costituzionali europei son parte integrante della nostra realtà politica e sociale. Il singolo individuo ormai non è soltanto un cittadino del suo Stato, della sua città o del suo comune, ma è anche cittadino dell’Unione Europea. Anche per questa ragione vogliamo che i cittadini dell’Unione conoscano tali valori, che incidono anche sulla loro vita quotidiana.

La Valorizzazione della Cultura

Le iniziative socio-culturali sono fondamentali per la crescita intellettuale della popolazione e per sensibilizzare quest’ultima alla consapevolezza dell’importanza del proprio bagaglio storico e culturale Quest’ultimo è parte importante del Dna della nostra città e base di ogni nuova azione. Altresì riconosciamo che la scoperta di culture diverse e l’ampliamento delle nostre conoscenze non potranno altro che migliorare la nostra città e gli abitanti che la vivono.

La Tutela e la Valorizzazione dell’Ambiente

Proteggere l’ambiente è un obiettivo comune. Il mandato che abbiamo deciso di assumere è quello di lavorare sia per preservare e proteggere quello che ancora abbiamo a disposizione, sia per trasformare la nostra casa comune in un posto in cui vivere sinergicamente con la natura. Siamo convinti che, mantenendo un atteggiamento rispettoso e con l’utilizzo delle tecnologie che la scienza ha messo a disposizione dell’umanità, già fra qualche anno saremo in grado di creare un sistema realmente virtuoso e d’ispirazione per le altre realtà.

Lo sviluppo Tecnologico, Economico e Sostenibile

L’avvento delle nuove tecnologie ci offre un’occasione ottima per lavorare sul benessere della nostra collettività. La tecnologia è uno strumento utile che può aiutare a creare una sana e virtuosa economia. E può aiutare a diminuire l’impatto ambientale con risultati di ampi valori se non addirittura migliori. Per realizzare questa prospettiva però, l’innovazione deve essere ben indirizzata individuando come obiettivo principale proprio la sostenibilità. Utilizzare l’esperienza delle scelte già intraprese da altre amministrazioni europee e adottare una visione più aperta, ci permetterà di adottare soluzioni ecologicamente e tecnologicamente più efficaci sia nel breve periodo, sia nelle lunghe distanze.